,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Tassa di sbarco, motivazioni e critiche

La Maddalena. Tassa di sbarco, motivazioni e critiche

Sia il sindaco Luca Montella che l’assessore alle finanze Claudio Tollis, nel consiglio comunale del 31 marzo scorso, hanno motivato l’applicazione della tassa di sbarco, ammessa dal recente decreto governativo 1000 proroghe, con la necessità da parte del comune di La Maddalena di incassare danaro che poi verrà speso per una serie di servizi di carattere turistico o a beneficio del turismo. Più precisamente la tassa, la cui natura giuridica viene considerata come un contributo, potrà essere utilizzata dal comune di La Maddalena per la raccolta lo smaltimento dei rifiuti, la salvaguardia dell’ambiente, la mobilità sulle isole minori, la cultura, e per l’assunzione di vigili urbani stagionali. Sulla scelta dell’amministrazione Montella si sono dissociati delle minoranze che hanno votato contro. In particolare si è dichiarato «sconcertato» l’esponente del PD Mauro Bittu, che ha definito tale decisione una «follia», mentre per Gaetano Pedroni si tratta di «un’esagerazione» che va a «massacrare chi opera nel turismo per le isole».

 

Pubblicato da il 1 Aprile 2017. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.