,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Tollis, facciamo il porto commerciale a Padule

tollis-10-wLa Maddalena. Tollis, facciamo il porto commerciale a Padule.

Capo gruppo di Orgoglio Maddalenino, ex assessore ai Lavori Pubblici nella giunta del sindaco Rosanna Giudice, Claudio Tollis era uno dei quattro consiglieri comunali d’opposizione che sabato scorso ai sono ritrovati in Piazza Comando a constatare il mancato inizio dei lavori della nuova portualità cittadina. Visto che non sono iniziati e difficilmente lo saranno in tempi brevi, e considerato che si è ancora in alto mare in quanto alla progettazione, lascerebbe in piazza Comando la portualità commerciale?

“A questo punto direi proprio di no! Perché metterla qua significa traslare il problema di 50 metri. E poi si avrebbe tutta la portualità turistica che dovrebbe nascere che avrebbe una sorta di tergicristallo che va avanti e indietro, mi riferisco ai traghetti. Va ripensato tutto! Dato atto che non è partita la portualità e la progettazione, bisognerebbe cercare di aprire ai privati, concordare un tipo di intervento che consenta lo spostamento del porto commerciale a fronte di una contro partita che sia la gestione del porto turistico per 30-40 anni. È stato fatto all’interno dell’Arsenale, e ancora non ne conosciamo i benefici per La Maddalena, tanto più si può prevedere all’interno della nostra cittadina, ipotizzandone dei benefici sicuri. Nel momento in cui ci fossero i panfili da 20-30 metri ormeggiati nel lungomare di via Amendola, probabilmente usufruirebbero dei nostri servizi commerciali”.

E quindi i traghetti  dove li sposterebbe?

“Non più da questa parte ma li vedrei meglio verso Padule”.

Si ritornerebbe quindi alla vecchia idea di Pasqualino Serra?

“Fermo restando che la soluzione ottimale sarebbe il collegamento con Santo Stefano con portualità a Vela Marina. Certo non sposterei il porto di 150 metri per avere poi il traffico su piazza Comando piuttosto che alla Colonna Garibaldi. A questo punto la scelta di Padule andrebbe ragionata con un discorso di viabilità e di governo del processo di trasporto”. C.R. (Martedì 2 novembre 2010)

Pubblicato da il 2 Novembre 2010. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.