,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Tollis risponde alle minoranze su Tosap e altre proposte: “Ogni azione va assunta salvaguardando gli equilibri di bilancio ed evitando il disavanzo”

(di Claudio Ronchi) – Puntuale giunge la replica dell’assessore al bilancio, tributi e attività produttive, Claudio Tollis, alle critiche mosse all’amministrazione comunale dai consiglieri di minoranza, in merito alla Tosap e alla mozione da essi presentata in consiglio comunale e non accolta dalla maggioranza. “Fanno affermazioni non veritiere e danno informazioni fuorvianti su argomenti e norme che, dal tenore di quanto scrivono, sembra proprio non abbiano ancora chiari”, afferma. “Il pagamento della TOSAP verrà azzerato nei modi e termini consentiti dalla Legge. Gli eventuali meccanismi legati al raddoppio della superfice originariamente concessa sono in corso di definizione”. Tollis invita le minoranze “a parlare solo degli atti che vengono emessi formalmente. Può mai qualcuno rispondere ad una ‘segnalazione’ loro giunta circa la procedura che l’amministrazione intenderà adottare, se questa indicazione all’attualità è ancora in corso di formazione e dunque non esiste? Certo che no”. Del resto, prosegue l’assessore, “nella fretta di appuntarsi non si capisce quale merito sulla vicenda dei suoli pubblici”,dimostrano di non conoscere il Regolamento del Commercio”. Tollis afferma poi che “la proposta consiliare di Pedroni e Zanchetta, Lai e Carola, Greco e Bittu, venne da noi respinta perché inammissibilmente non prevedeva gli aiuti alle famiglie in stato di bisogno, che noi, invece, avevamo messo come primi tre punti”, riferendosi alla mozione presentata e approvata dalla maggioranza. “Noi prevedevamo aiuti sul suolo pubblico per tutti e loro solo per bar e ristoranti!”; Suolo pubblico che “sarà consentito a tutti e non solo ad alcuni e male”. Loro, “nulla prevedevano per le altre aziende, ad esempio quelle edili!”; Chiedevano inoltre “esenzione IMU senza copertura di legge”; Tale previsione di esonero della prima rata dell’IMU per le imprese turistiche, è disciplinato dall’Art. 177 del DL 34/2020; Il ristoro previsto dal decreto copre a malapena il 15 % del mancato introito, afferma sempre l’assessore Tollis.  “Gli altri eventuali denari che servirebbero a coprire la mancata entrata, ce li indicano le minoranze? Si sono chiesti, invece, se il governo ci ha esonerato dal versamento di € 600.000, quale contributo al fondo di solidarietà comunale?”. Ogni azione, aggiunge Tollis, “va assunta salvaguardando gli equilibri di bilancio ed evitando il disavanzo, ma non per vezzo dell’Assessore o per eccesso di prudenza, ma perché andare nella direzione del disavanzo o peggio del dissesto finanziario non porterebbe nessun beneficio non solo al comparto produttivo ma all’intero sistema di tenuta sociale”.

Pubblicato da il 22 Maggio 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.