,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Trasporti marittimi: fondiamo una Public Company ad azionariato popolare

La Maddalena. Trasporti marittimi: fondiamo una Public Company ad azionariato popolare.

“Crediamo che sia giunto il momento storico per far sì che nasca una Public Company ad azionariato popolare nella quale trovino posto non solo gli imprenditori locali e i singoli cittadini, ma anche e soprattutto i soggetti che fino ad oggi hanno operato in questo tratto di mare, nessuno escluso, purché siano come noi disposti a rinunciare ai profitto nel nome del superiore bene comune”. Lo scrive in un comunicato Claudio Tollis, presidente della Confcommercio Territoriale della Costa (che abbraccia i Comuni di La Maddalena, Palau, Santa Teresa e Arzachena), a proposto della’attuale situazione di disoccupazione dei marittimi Enermar e dei collegamenti in generale tra La Maddalena e l’Isola Madre. “Il motivo è semplice e se si vuole banale” prosegue Tollis, che è anche consigliere comunale d’opposizione a La Maddalena ed ex assessore col sindaco Rosanna Giudice. “Infatti è sufficiente slegare questa tratta dalla logica del profitto e far sì che vi sia il pareggio economico dell’iniziativa”, salvaguardando il diritto al lavoro delle persone e alla continuità territoriale. “Solo agendo in quest’ottica potremo far sì che non restiamo ‘ostaggi”’ della nostra insularità ed avremmo agito su di una leva di sistema che può solo favorire la crescita economica e sociale della nostra Città, e soprattutto far sì, senza chiedere il permesso a nessuno, di equiparare da subito il costo del tragitto uguale per tutti i Sardi, con notevole benefico anche per tutto il territorio. Iniziare un percorso di autodeterminazione vero e concreto” conclude Tollis “ che veda i cittadini sostituirsi alla Politica che in questo caso ha fallito su tutta la linea perché ad oggi non ha dato risposte a nessuno”. (Sabato 5 novembre 2011)

Pubblicato da il 6 Novembre 2011. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.