,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Tre delibere edilizio-urbanistiche

La Maddalena.  Tre delibere edilizio-urbanistiche

Lottizzazione a Carone (Moneta). Su proposta dell’assessore Mauro Bittu, con deliberazione n. 23, il Consiglio Comunale ha autorizzato Favale Giovanni e Piretta Maria Antonia, Spanu Luciana, Leotta Cecilia Rossana, Crucillà Carla Eliana e la società Hold J.L.A. Italia s.r.l., ad avanzare, pur non raggiungendo la percentuale pari ai 3/4 della proprietà imponibile catastale, una proposta di Piano di Lottizzazione in zona C3, sito in Località Carone, purché estesa progettualmente all’intero comparto interessato e con la possibilità di poter essere attuato per stralci funzionali.  A votare a favore sono stati in 15 (Comiti, Bargone, Barsi, Belli, Bittu, Canu, Carrera, Cataldi, Gallinaro, Marras, Nieddu, Tirotto, Zonca); 1 astenuto (Olivieri); 2 i contrari (Columbano, Tollis). Andrea Columbanu ha motivato il proprio voto contrario rimarcando che il Consiglio Comunale non può avere la discrezionalità che s  configura nell’atto. Claudio Tollis, da canto suo, ha rimproverato all’assessore Mauro Bittu di non essere stato in grado di dire quale è il criterio da usare in modo tale da non avere disparità di trattamento nelle successive lottizzazioni sottoposte all’attenzione del Consiglio Comunale. Il capo gruppo Gianluca Cataldi ha motivato il voto favorevole della maggioranza sostenendo che il Piano Urbanistico Comunale non è costituito solo dagli elaborati cartografici ma anche dalle orme Tecniche di Attuazione che prevedono quello che l’aula era chiamata a votare.

Piano di recupero urbanistico a Mongiardino. Con voti unanimi favorevoli, il Consiglio Comunale (deliberazione n. 21) ha approvato una variante non sostanziale al piano di recupero urbanistico in Località Mongiardino. L’argomento è stato presento dall’assessore all’Urbanistica Bittu. Più precisamente è stato deliberato di: 1) adottare la variante non sostanziale al Piano di Recupero Urbanistico, di iniziativa privata, in località Mongiardino, così come rappresentata nella tav 3 e nell’atto unilaterale d’obbligo della soc. TurmoTravel – sostitutivo del precedente – finalizzato a consentire l’allargamento della strada prevista nel Piano, esclusivamente sul lato del lotto n. 12 (società Turmo Travel), allegati al presente verbale per farne parte integrante e sostanziale; 2)  di approvare la nuova disposizione planimetrica come presentata nella tavola di cui al punto precedente: 3) del lotto n°12 che passa da una superficie di mq 2800,00 a mq 2345,00; 4) Degli standard esistenti non indicati nel PUC che passa da 148,52 mq a 149,15 mq (fgl. 11 part. 982 parte); 4) Ulteriori sup. pubbliche o di uso pubblico nel comparto che passano da 3530,46 mq a 3357,65 mq (strade esistenti Zanioli etc..); 5) Dell’area a standard S3 pubblici (ex esproprio provincia – attuale proprietà Comunale) di 398,36 mq; 6) Di imporre ai richiedenti che la previsione di accesso del lotto n°12 debba avvenire dalla viabilità del piano e non dallo standard pubblico S3 (ex esproprio provincia – attuale proprietà Comunale) al fine di non frazionare lo standard di cui in argomento; 7) Di imporre ai richiedenti la modifica della planimetria con le indicazioni di cui al precedente punto 3, ivi compresa la tabella riassuntiva; 8) Di incaricare il dirigente della direzione competente al disbrigo degli atti successivi alla presente deliberazione, ivi compresi gli aggiornamenti cartografici relativi alle precedenti osservazioni.

Nuova lottizzazione a Padule. Il Consiglio Comunale con deliberazione n. 22, su proposta dell’assessore Bittu, ha approvato in via definitiva, all’unanimità dei presenti, la lottizzazione proposta dalla società Fi.Ba.Do. s.r.l. in località Padule – Zona urbanistica C2”. Il piano di lottizzazione era già stato approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 83 del 12 ottobre 2012 e, divenuto esecutivo per decorrenza dei termini di pubblicazione, era stato pubblicato in data 8 novembre2012 con il contestuale deposito degli atti in libera visione al pubblico, con avviso all’albo pretorio dall’ 8 novembre 2012 all’8 dicembre 2012, e a stampa sul quotidiano La Nuova Sardegna di giovedì 8 novembre 2012.

Pubblicato da il 28 Maggio 2013. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.