,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Un contributo di sbarco duro da digerire

Una buona rappresentanza delle circa 30 barche che durante l’estate effettuano i collegamenti con le isole minori dell’Arcipelago (Budelli, Santa Maria, Razzoli e Spargi) era presente lo scorso 21 aprile, nel Salone Consiliare, all’incontro con l’Amministrazione Comunale (c’era il sindaco Luca Montella e il delegato al bilancio Claudio Tollis) e il commissario del Parco Nazionale e comandante della Capitaneria di Porto Leonardo Deri. La riunione, indetta per definire le modalità della riscossione del contributo di sbarco, è iniziata in maniera piuttosto polemica e turbolenta con interventi piuttosto duri nei confronti degli amministratori da parte di alcuni armatori presenti, che hanno contestato l’opportunità dell’applicazione del balzello, che è di 5 euro a persona, che va a sommarsi al costo del biglietto.

È stato ribadito, da parte dell’Amministrazione Montella, che la scelta – irrinunciabile – nasce dalla normativa vigente, mentre gli intervenuti tra gli armatori hanno espresso oltretutto il loro disappunto per dover essere loro ad applicare ai turisti-passeggeri la tassa.

L’Amministrazione Comunale ha manifestato l’intenzione di voler provvedere essa stessa, attraverso una società incaricata, a riscuotere la tassa attraverso dei box che verranno aperti alla Maddalena, Palau, Cannigione e Santa Teresa Gallura, presso i quali i turisti potranno munirsi del ticket. Nel caso in cui si presentassero all’imbarco sprovvisti dovranno però essere gli armatori stessi ad esigerla all’atto di pagamento del biglietto di imbarco. Diversamente, ha detto ribadito l’Amministrazione Comunale, la legge in vigore prevede che siano gli armatori stessi a doverla pagare in sostituzione.

Dal dibattito è emersa la necessità di contrastare l’abusivismo esistente che, oltre a determinare una concorrenza sleale, porta ad eludere, nel caso in questione, la possibilità di riscossione del contributo di sbarco.

Contributo che è già in vigore e viene applicato sui biglietti, per chi giunge da Palau a La Maddalena, attraverso i traghetti Delcomar e Maddalena Lines. Si paga: € 0.50 nel periodo che va dal 1° ottobre al 31 marzo; € 2.50 dal 1° aprile al 30 settembre; €.5,00 dal 1° giugno al 31 agosto per i soli sbarchi effettuati nelle sole isole minori (Spargi, Budelli, Santa Maria, Razzoli).

Sono invece esentate dal contributo: le persone residenti nel Comune; i lavoratori pendolari; gli studenti pendolari; coloro che si recano sull’isola presso le strutture ospedaliere per motivi di salute ed i loro accompagnatori; i nativi del Comune di La Maddalena anche se non residenti; i minori da zero a sei anni; i residenti nel Comune di Palau devono pagare una sola volta; i possessori di immobili assoggettabili ad IMU ed i componenti dei loro nuclei familiari.

Il contributo, ha ribadito l’Amministrazione Comunale, verrà utilizzato per: interventi di raccolta e di smaltimento dei rifiuti; interventi di recupero e salvaguardia ambientale; interventi in materia di turismo; cultura; polizia locale; mobilità nelle isole minori. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 25 Aprile 2017. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.