,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Via libera all’acquisto di 163 alloggi regionali

La Maddalena. Via libera all’acquisto di 163 alloggi regionali.

L’approvazione ieri della legge Finanziaria Regionale consentirà agli inquilini di 163 alloggi regionali, nella massima parte ubicati a Moneta, di poterli acquistare. “Per noi è un grande passo in avanti” ha dichiarato a Radio Arcipelago Mario Luciano, presidente del Comitato Inquilini Alloggi Regionali. “E’stata snellita la procedura prevista dalle leggi regionali. Ora, se c’è la volontà politica, basta una semplice delibera di Giunta per dare il via alla cessione degli immobili. Gli inquilini che ne hanno interesse possono presentare la domanda”. Secondo i dati in possesso di Luciano tutti i 163 intestatari avrebbero intenzione di procedere all’acquisto. Nel caso, l’acquisto potrebbe essere fatto da un familiare convivente. Ovviamente non esiste l’obbligo “e chi è dentro, in base alle leggi vigenti, ha diritto di rimanevi finché campa. Stiamo infatti parlando di alloggi di edilizia residenziale pubblica”. I costo degli appartamenti, molti dei quali vetusti e bisognosi di significative ristrutturazioni, sarà fissato dalla Regione. “Si tratterà di prezzi equiparabili a quelli degli alloggi popolari, essendo applicabile la stessa legge”. Per quanto riguarda la possibilità di accedere un mutuo per l’acquisto, Mario Luciano assicura che “si potrà usufruire delle agevolazioni della legge sulla prima casa. La finanziaria del 2011 ha esteso infatti a 25 anni il tempo della restituzione. Si dovrà anche in questo caso usufruire delle agevolazioni per l’acquisto della case popolari”. La decisione regionale rappresenta un netto cambio di direzione rispetto agli indirizzi della precedente giunta Soru, che in occasione del G8 pensava – di concerto con in sindaco Comiti e l’amministrazione comunale – di intervenire in maniera assolutamente diversa con una ristrutturazione complessiva, complementare ed integrata al polo turistico dell’ex Arsenale, con il trasferimento degli inquilini in altri alloggi da costruirsi. “In quel momento c’era una situazione diversa, si stava organizzando il G8, si parlava di grandi trasformazioni che poi tutti sappiamo come sono andate a finire. I presupposti che c’erano in quel momento sono saltati completamente”, commenta Luciano. Nel discorso in questione non sono ricompresi i 12 alloggi del Vaticano, oggetto di accordo con Mita Resort, per i cui inquilini saranno costruiti  altrettanti alloggi da parte di Area, già finanziati, secondo un accorso sottoscritto tra Regione, Comune ed Area qualche mese fa a La Maddalena. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 8 Marzo 2012. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.