,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Zonca: tutte le problematiche del Paolo Merlo alle quali la Asl non ha dato risposta

Ospedale Paolo Merlo 2 wLa Maddalena. Zonca: tutte le problematiche del Paolo Merlo   alle quali la Asl non ha dato risposta

Vorrei ricordare, a chi di dovere, che l’Ospedale di La Maddalena ‘esiste’, ed è una realtà che merita rispetto e considerazione, così come meritano rispetto e considerazione coloro che ci lavorano, così come meritano rispetto e considerazione i cittadini maddalenini e coloro i quali durante l’anno (soprattutto durante i mesi estivi) vengono a soggiornare nell’isola, così come meritano rispetto e considerazione gli amici dei Comuni frontalieri”. La dichiarazione è dell’assessore alla Sanità Maria Pia Zonca la quale tempo fa ha indirizzato una lettera al direttore generale della Asl Giovanni Antonio Fadda nella quale ha “elencato una serie di criticità (e possibili soluzioni) riferite al Presidio Ospedaliero di La Maddalena”. Problematiche che, “come Assessore e cittadina di questo paese, mi aspetto che vengano finalmente affrontate attraverso provvedimenti risolutivi”.  Le problematiche messe in evidenza dalla Zonca sono le seguenti:

“Dirigenti Medici. Assoluta necessità di almeno tre Dirigenti Medici (medico Pediatra, medico di Pronto Soccorso ed un medico per il reparto di medicina);

Neuropsichiatra Infantile. L’equipe itinerante composta da neuropsichiatra infantile, logopedista e assistente sociale, presente a La Maddalena solo una volta al mese, non è sufficiente. La presenza del Neuropsichiatra Infantile dovrebbe essere garantita almeno una volta alla settimana. Anche i bambini maddalenini hanno diritto alla parità di accesso a questa importante prestazione specialistica, così come i loro coetanei che vivono sulla terraferma;

Cure Dentistiche. Importante ed indispensabile, considerati i costi proibitivi aggravati dalla crisi economica, sarebbe riattivare l’ambulatorio dentistico;

Consultorio Familiare. La sua istituzione, insieme al Centro per la famiglia, sarebbe strumento di grande aiuto e sostegno alle persone e alle famiglie che in situazioni di difficoltà, avrebbero bisogno di una adeguata consulenza specialistica;

Ambulatorio Urologico. Ritengo che ci sia una carenza di prevenzione riferita alla popolazione maschile. Tra l’altro, presso il P.O. di La Maddalena, mi risulta che ci sia un medico specializzato in urologia che un paio di volte alla settimana potrebbe svolgere attività diagnostica, fornire consulenza specialistica ed effettuare piccoli interventi ambulatoriali;

Servizio Ambulatoriale di Riabilitazione. E’ ubicato all’interno di alcuni locali dell’Ospedale “Paolo Merlo” con attrezzature per la palestra e apparecchiature elettromedicali ormai obsolete per cui esiste anche una difficoltà a reperire i pezzi di ricambio, ecco perchè sarebbe necessario procedere all’acquisto di nuove strumentazioni. Inoltre, sarebbe auspicabile per una migliore funzionalità del servizio, la figura di un altro fisioterapista in pianta stabile;

Pediatria. Anche in questo caso si evidenzia la vetustà di alcune strumentazioni e la conseguente necessità di acquisirne di nuove;

Piccola chirurgia. Utilizzando le professionalità già presenti in organico, consentire l’organizzazione di un servizio di Chirurgia Elettiva ridotta (anche Ginecologica) da effettuare in regime di Day Surgery o di Week Surgery, con la possibilità di appoggio nei posti letto di Medicina;

ECG Holter. Rottura dell’apparecchio dell’ECG Holter,  stata più volte richiesta e sollecitata la sua manutenzione. Duole constatare che  ancora oggi nessun intervento è stato fatto per ripristinare la funzionalità di questo importante strumento”.

Pubblicato da il 30 Maggio 2013. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.