,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La storia di Nazario Sauro raccontato dal nipote Romano

Gli studenti del Nautico e del Liceo di La Maddalena hanno avuto l’opportunità, lo scorso 24 marzo, di seguire una bella pagina di storia raccontata con passione e in qualche momento anche da emozione da Romano Sauro, un ufficiale di marina in pensione, presidente nazionale della Lega Navale Italiana, autore di un libro su suo nonno, quel Nazario Sauro che, durante la Prima Guerra Mondiale, lui istriano, scelse di combattere con l’Italia, sua patria, contro l’Austria del quale era suddito, e per questo, una volta catturato, circa cent’anni fa, venne impiccato. “Un grande italiano, il cui sacrificio è parte fondamentale della nostra casa comune”, l’ha definito il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, un uomo “sorretto da un ideale patriottico intriso da profondi sentimenti di giustizia, libertà, di solidarietà in un tempo in cui la nazione italiana si stava ricongiungendo e formando”. Al comando del Galiola III, piccolo cabinato a un albero, Romano Sauro ha intrapreso un lungo viaggio per l’Italia, una crociera dal titolo “Sauro 100 porti” e tra le cui tappe c’è anche la Sardegna che viene toccata in 11 porti, tra le quali La Maddalena, in ognuno dei quali il nipote dell’eroe irredentista presenta, in genere ad un pubblico studentesco, il proprio libro “Nazario Sauro, storia di un marinaio”, scritto a due mani con il figlio Francesco. I proventi del quale saranno devoluti all’associazione Peter Pan onlus, che offre gratuitamente a Roma accoglienza e servizi alle famiglie di bambini e adolescenti malati di cancro, provenienti da tutta Italia e varie parti del mondo. A La Maddalena Romano Sauro si è trattenuto per qualche giorno. Alla conferenza tenuta all’Istituto Nautico è stato accompagnato dal presidente della sezione maddalenina della Lega Navale Italiana, Mario Giannotti. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 2 Maggio 2017. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.