,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Luogosanto. Stato di calamità naturale per le piogge di fine febbraio

La giunta comunale, presieduta dal sindaco Agostino Pirredda, in data 29 marzo ha dichiarato lo stato di calamità naturale per gli evanti verificatisi nelle giornate da martedì 27 Febbraio a Mercoledì 28 Febbraio 2018, quando nel territorio comunle si sono manifestate piogge incessanti ed abbondanti provocando numerosi danni in diverse località sparse del territorio di Luogosanto.
L’evento meteorico, si legge in delibera, “ha innescato ulteriori e potenziali situazioni che potevano comportare grave danno e pericolo per l’incolumità delle persone e dei beni, si è infatti registrato il cedimento strutturale di un ponte al transito di un mezzo pesante, il cui sinistro ha portato questa amministrazione all’emissione dell’Ordinanza sindacale n. 05 del 01.03.2018 con la quale è stata vietata la circolazione nella Strada Capriolu Riccinu”.
Il comune ha quindi provveduto a verificare i diversi ponti di quella e di altre strade comunali, “riscontrando varie criticità che per la loro natura o estensione devono essere fronteggiati con interventi tecnici urgenti e straordinari, si sono infatti riscontrate le seguenti criticità: il danneggiamento della strada comunale denominata ‘Capriolu-Riccinu’ con capacità di transito limitata per cedimento strutturale del ponte su descritto, nonché la presenza di altri tre ponti, sempre sullo stesso tratto stradale, in procinto di crollo; sulla Strada Vicinale denominata ‘Alias’ si è constatata la totale erosione dei piedi del ponte in prossimità dell’innesto con la SS 133 Tempio-Palau, con parziale inclinatura di una delle spalle del ponte; all’interno del centro urbano, come più volte avvenuto, si sono verificati diversi disagi alle attività pubbliche ivi presenti”. In Via Caprera inoltre, all’incrocio con Via P. Orecchioni “si è verificato un fenomeno erosivo procurando una grande voragine nell’area di sbocco del tubolare di raccolta delle acque meteoriche che pertanto necessita di un intervento di consolidamento per evitare fenomeni di smottamento della sede viaria”.
La giunta ha dato mandato al sindaco di trasmettere l’atto “alla Regione Autonoma della Sardegna e alle altre istituzioni competenti affinchè procedano ad un intervento urgente ed immediato con trasferimento di risorse per fronteggiare la situazione d’emergenza”.
Nel frattempo i responsabili del comune provvedranno ad eseguire gli interventi finalizzati alla eliminazione delle situazioni di pericolo immediato nonché alla tutela delle reti stradali.

Pubblicato da il 7 Aprile 2018. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.