,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Nonna Lucia”: quando la replica?

Nonna Lucia Foto Marcello AndelmiTenuta nel cassetto per trent’anni, Giancarlo Tusceri si è finalmente deciso, dopo il successo di “U sognu di Ravanetta”, rappresentato lo scorso aprile al Primo Longobardo, a mettere in scena, col Collettivo Elicriso, “Nonna Lucia”. Ed è avvenuto qualche settimana fa, al teatro dei Colmi. La commedia in “isulanu” era stata presentata il giorno prima a Radio Arcipelago, con la presenza di alcuni degli attori che poi l’avrebbero interpretata, e già gli ascoltatori dell’emittente si erano resi conto che sarebbe sicuramente valsa la pena di andarla a vedere. Anche perché Tusceri, giornalista, scrittore, poeta, storico, critico, difficilmente sbaglia un colpo. Ed è stato, come prevedibile, ancora una volta, un successo di pubblico e di critica. Praticamente da subito il pubblico, anche quello che meno ha confidenza col dialetto isolano, è entrato nella storia di Nonna Lucia che, ormai in tarda età, la vigilia di Natale, si specchia con la coscienza, un tribunale composto dai personaggi caratteristici di Piazza Barò. È accusata, per egoismo, di aver tenuta stretta a sé la figlia Sirvana. Lucia si difende, rievocando la propria storia di moglie e madre, tra momenti leggeri, fortemente esilaranti ed altri drammatici. L’unica pecca del lavoro, pecca grande quanto un palazzo, è che, almeno per il momento, Tusceri ed il Collettivo Elicriso non ne abbiano ancora programmato … la replica. Che rivedrebbero volentieri gran parte di coloro che ai Colmi c’erano come la andrebbero a vedere coloro che ai Colmi non c’erano. Bravi gli interpreti, come sempre del resto, ben guidati da Giancarlo Tusceri, che dell’apprezzata commedia ha curato la regia. Un’equipe formata da presenze storiche come quelle di Alina Malore, Michela Del Giudice, Marcello Sorba, Tino Tamponi, Gennaro Avellino, coadiuvate da altre più recenti quali Maria Assunta Aru, Monica Bulciolu, Pietrino Bottaru, Elisabetta Murgia, e dai giovanissimi Alessia Pasella e Andrea Ferrigno. Claudio Ronchi

La foto è di Marcello Andelmi

Pubblicato da il 18 Settembre 2014. Archiviato in Cultura,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.