,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ospedale: Che il sindaco esca dal torpore

“Una volta La Maddalena aveva un ospedale funzionante in tutti i suoi reparti (medicina, chirurgia, pediatria, dialisi, ginecologia e ostetricia, ed un centro iperbarico) …”. Lo ricordano i consiglieri Arianna Carola e Roberto Zanchetta del gruppo Il Vento che Cambia, componenti la Commissione Comunale Sanità che accusano la regione di “l’incessante politica di smantellamento del nostro Ospedale”.
Ma accusano anche il sindaco Luca Montella di porre in essere azioni inadeguate e di contrasto. “Viviamo nell’angoscia di sentire nuovamente che qualcosa ci verrà portato via, come troppo spesso in questi anni è già successo e continua ad accadere ma l’amministrazione sembra non coglierne né il malessere che crea l’incombenza di un futuro incerto per la nostra struttura sanitaria, né tanto meno l’importanza che essa ha e sempre ha avuto nella nostra comunità”.

Carola e Zanchetta chiedono pertanto a Montella “di uscire dal torpore che lo avvolge, questo è un argomento che non può in nessun modo esser confinato al rituale dibattito consiliare, la collettività  ha bisogno di rassicurazioni e soluzioni sul da farsi per il nostro ospedale, non bastano le vetrine in piazza e lo sterile populismo utile ad acchiappare qualche applauso com’è avvenuto in piazza”, “a niente è valsa l’organizzazione fallimentare di una manifestazione a Cagliari con spese viaggio da accollare ai cittadini, come se già le tasse che questa amministrazione ha aumentato non bastassero per poter fare qualcosa che forse questa volta sarebbe servito davvero. È stato sprecato un movimento di piazza che avrebbe potuto rappresentare una spinta propulsiva contro la politica di tagli adottata dalla Regione nei confronti del nostro Ospedale”.

Per i due consiglieri de Il Vento che Cambia “È arrivato il tempo delle decisioni e del ‘non più rinviabile’ perché in gioco c’è la sopravvivenza del Nostro ospedale e della salute dei nostri cittadini che inevitabilmente in mancanza di una struttura ospedaliera attrezzata ci rimetteranno”.

Pubblicato da il 3 Maggio 2017. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.