,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Palau. Anche il parroco tra i donatori di sangue

(di Marilena Bruschi) – Stamattina l’autoemoteca si è fermata a Palau nel piazzale del comune e ben 21 donatori hanno accolto l’appello dell’Avis comunale. Tutti gli ospedali hanno lanciato l’appello della mancanza di sangue in questo momento di emergenza coronavirus e le donazioni rientrano tra le “situazioni di necessità” perché ogni giorno più di 1800 pazienti continuano ad avere bisogno di trasfusioni per patologie particolari, nonostante siano stati rimandati diversi interventi non urgenti. Per questo sono state emanate delle nuove direttive per poter procedere alla raccolta in tutta sicurezza. I donatori, già prenotati in anticipo per poter evitare assembramenti, sono stati accolti nella sala comunale per le modalità di autocertificazione, tutti a distanza di almeno un metro e con guanti e mascherine. Ad accoglierli nella autoemoteca, parcheggiata nella piazza del Comune, un medico ed una infermiera che sono arrivati in auto da Sassari. Tutti quelli che avevano prenotato si sono presentati alla raccolta e con molta pazienza e senso di responsabilità, hanno atteso rispettando tutte le regole. Fra i donatori anche don Paolo Pala ha atteso il suo turno e dopo la donazione ha gradito un piccolo rinfresco. L’Avis di Palau, soddisfatta della raccolta, ringrazia tutti quelli che hanno partecipato alla donazione, agli operatori dell’autoemoteca che si sono complimentati per l’organizzazione e all’amministrazione comunale che ha dato la disponibilità dei locali per la raccolta.

Pubblicato da il 16 Aprile 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.