,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Palau. Bilancio positivo del festival, Isole che Parlano

(Redazione) – Con il concerto dei Moti Mo nelle campagne di San Giorgio a Palau, si è conclusa la XXIV edizione del Festival internazionale Isole che Parlano (7 – 13 settembre) che ha coinvolto da un lato alcuni progetti in parte ancora legati alla scena underground di giovani e giovanissimi artisti sardi, e dall’altro musicisti stranieri che hanno scelto l’Italia come come terra in cui far fiorire la loro creatività musicale, ribadendo in questo modo quella vocazione internazionale che da sempre caratterizza la programmazione del Festival diretto dai fratelli Paolo e Nanni Angeli. Un’edizione che, nonostante le difficoltà dovute all’emergenza Covid-19, ha ottenuto – affermano gli organizzatori – un ottimo riscontro di pubblico con il sold out registrato in tutti gli appuntamenti in programma.  I primi tre giorni della settimana del Festival (da lunedì 7 a mercoledì 9) sono stati infine, come sempre, dedicati ai più piccoli, con i laboratori su misura di Isole che Parlano ai bambini, che si sono sperimentati in un nuovo format, che è stato più che altro un “assaggio”, per esserci e incontrare i ragazzi e di poter dire ci siamo anche quest’anno. È importante ricordare – scrivono sempre gli organizzatori – come quest’anno più che mai la buona riuscita del Festival è stata possibile anche grazie al supporto e alla collaborazione di tutti quegli enti e istituzioni che a vario titolo e in vario modo hanno contribuito alla sua realizzazione. Tra questi sicuramente le Amministrazioni comunali coinvolte: Palau, Arzachena, Luogosanto e Santa Teresa Gallura. Questa edizione “speciale” è stata, infatti, l’occasione sia per rinsaldare il legame con alcuni luoghi storicamente legati al Festival, come la Fortezza di Monte Altura a Palau, sia per accompagnare il pubblico di Isole che Parlano in alcuni luoghi estremamente importanti per la storia e la cultura del territorio, come Palazzo di Baldu e la Basilica di Nostra Signora di Luogosanto, oppure particolarmente suggestivi, come la bellissima piazza panoramica sul mare di Santa Teresa Gallura. Isole che Parlano dà appuntamento alla XXV edizione che si terrà dal 6 al 12 settembre 2021

Pubblicato da il 16 Settembre 2020. Archiviato in Attualità,Cultura,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.