,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Palau. Domenica c’è ‘Móiti’, la passeggiata audiovisiva nel centro del paese

Palau. Domenica c’è  ‘Móiti’, la passeggiata audiovisiva nel centro del paese.

Al via ‘Móiti’, un percorso audiovisivo che domenica 30 settembre vedrà impegnati artisti, artigiani, associazioni culturali, sportive, di volontariato e band locali, tra Piazza Due Palme e Via Fonte Vecchia. La manifestazione inizierà alle ore 18:00 e proseguirà con i concerti degli Arawak e Mariamarì. L’iniziativa si propone di ripristinare la vecchia e dimenticata passeggiata per il centro, creando un itinerario tra suoni ed immagini nel quale trenta, tra artisti e artigiani locali esporranno le proprie creazioni. Hanno aderito all’iniziativa numerose associazioni culturali, gruppi sportivi e di volontariato, che promuoveranno le loro attività con esibizioni, stands e proiezioni. Oltre ai giovani cantanti e alle band locali, ‘Móiti’ ospiterà lo spettacolo dei Mariamarì ‘Guarda ch’è l’una’, un viaggio sonoro tra ritmi danzarecci e canzoni d’autore. Saliranno poi sul palco gli Arawak Roots Vibration, vincitori di diversi premi a livello nazionale, da due anni in tour per la penisola e in Europa, rappresentano ora una delle più importanti realtà musicali sarde. L’evento concerto ‘Móiti’, è scritto e ideato da Alessandro Azara in collaborazione con il gruppo facebook ‘Palaesi Attivi’, il Comune di Palau e il Centro Commerciale Naturale Orsus Mediterraneus. “Riteniamo sia giunto il momento di creare un evento tangibile e concreto che possa fungere da traino e stimolo per ritrovare il vero senso di comunità smarritosi poco per volta” ha affermato l’organizzatore ed ideatore della manifestazione Alessandro Azara. “Móiti vuole essere un’occasione per ri-conoscersi e ricominciare a tessere le trame del nostro tessuto sociale”.
(Martedì 25 settembre 2012)

Pubblicato da il 25 Settembre 2012. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.