,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Palau. Il sindaco Manna: questo è il PUL

(di Claudio Ronchi) – “Regolamenta lo sviluppo del versante costiero da Porto Pollo fino alle Saline ed è uno strumento che tiene fede alla prima necessità che lo stesso strumento impone e cioè quello di creare la possibilità di rendere accessibili e fruibili tutti i siti di spiagge e di tratti costieri del nostro territorio”. Le parole sono del sindaco Franco Manna, pronunciate lo scorso 5 luglio durante la discussione, in Consiglio Comunale, del PUL.

“È un documento importante, di carattere programmatico-attuativo, nel quale si ipotizzano quelle che possono essere le realizzazioni in termini di servizi. Lo strumento serve per completare tutte quelle funzionalità inerenti sistema costiero”. Il Piano di Utilizzo dei Litorali di Palau, nella stesura dell’ing. Cassitta, approvato dalla maggioranza del sindaco Manna (voto contrario della minoranza), prevede la realizzazione di servizi, di parcheggi, di percorsi, di servizi igienici, struttura di completamento e strutture di servizio.

È un piano che contempla anche una serie di analisi e di esigenze che sono state valutate caso per caso e nello stesso tempo è un piano che individua nelle tavole che sono state predisposte anche tutte quelle aree di cessione di standard che dovranno avvenire tra singole lottizzazioni e Comune di Palau”.

Il PUL prevede, ha affermato il sindaco, interventi in 28 aree di parcheggio, esistenti e future; sono stati previsti 21 punti di servizi igienici sull’intero territorio; sono state previste 4 aree adibite servizi per matrimoni; sono state individuate 3 aree da adibire a eliosuperfici riconducibili a funzione di pronto soccorso, una delle quali sarà strutturata per la mobilità notturna del 118. Sono state identificate, ha proseguito Manna, nei pressi di Porto Pollo, 2 CDM e una nel versante delle Saline; sono state identificate 40 aree ciclo pedonali, la maggior parte di queste esistenti; sono stati individuati 4 punti belvedere, 12 concessioni complesse dove nasceranno delle strutturazione di chioschi, 27 strutture di beni militari catalogati, un ponte sommergibile che servirà per poter avviare un collegamento permanente tra la spiaggia della Sciumara e la parte del territorio comunale, 2 aree per la individuazione dei rifornitori di carburante, un’area per lo sgambettamento dei cani, una struttura panoramica a cremagliera di servizio che collegherà la parte bassa quella parte alta del paese, 11 marine catalogate all’interno della struttura, un’area a carattere di prendisole, 3 aree di lungomare.

Il sindaco Manna ha voluto precisare che “la maggior parte del lavoro è stata una catalogazione di tutto quello che già esiste, per cui la maggior parte di queste opere richiedono interventi minimi, che avvengono o si concretizzano in situazioni nelle quali già sono esistenti sistemi di carattere fognario e idrico o sono già esistenti aree di parcheggio che possono essere implementate; oppure si tratta di punti già in essere, sterrati, che devono essere adeguati a quelle che possono essere le norme di percorribilità”.

 

Pubblicato da il 7 Luglio 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.