,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Palau. In consiglio si è taciuto sull’ordigno al sindaco

(di Claudio Ronchi) – Non un accenno da parte del capogruppo di maggioranza né della minoranza né da parte dello stesso sindaco. Il giorno dopo lo scoppio dell’ordigno presso l’agenzia di Franco Manna, che potrebbe avere moventi nell’attività politico-amministrativa del primo cittadino, nel massimo organo politico-amministrativo del paese, cioè il consiglio comunale, nessuno ha ritenuto opportuno parlarne.

Anzi, di fronte al pubblico delle grandi occasioni, accorso in buona parte per esprimere evidentemente solidarietà al sindaco (ma c’era anche una componente non trascurabile di operatori del mare interessati ad uno degli argomenti all’ordine del giorno), c’è stato gelo politico tra maggioranza e minoranza, con il sindaco Manna che ha letto, una per una, le proposte di deliberazione all’ordine del giorno, e la capogruppo di minoranza, Paola Pischedda, che laddove doveva manifestare voto contrario, ha letto a sua volta le motivazioni; In molti casi assai critiche e dure nei confronti del sindaco e della maggioranza, parlando spesso di provvedimenti “illegittimi”.

Il tutto senza alcuna discussione tra i due gruppi, che hanno portato avanti per circa un’ora e mezzo i lavori consiliari, di fronte a un pubblico silenzioso; parte del quale ha sottolineato con un applauso l’intervento della Pischedda, col quale motivava il voto contrario del proprio gruppo al nuovo regolamento del porto turistico.

 

Pubblicato da il 5 Aprile 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.