,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Palau. Ordigno esplode davanti all’agenzia del sindaco; molte le voci di solidarietà e condanna. Il parroco: “Abbiamo bisogno di pace e di riconciliazione”

Suscita sconcerto e indignazione il presunto atto intimidatorio perpetrato questa notte passata nei confronti del sindaco Franco Manna. Una bomba artigianale è esplosa di fronte alla sua agenzia immobiliare, nel centro del paese. I danni non sono gravi ma è grave il gesto di per sé e ancor più se sarà appurato che era rivolto, come pare (sulla vicenda stanno indagando le forze dell’ordine), nei confronti del primo cittadino, il primo rappresentante delle istituzioni democratiche liberamente eletto, e a larga maggioranza, meno di un anno fa.

Domani, giovedì 4 aprile, c’è consiglio comunale. Un’occasione ad hoc nella quale la politica potrà far pubblicamente sentire la propria voce.

Molte le condanne e le parole di solidarietà al sindaco. Tra queste quelle del parroco don Paolo Pala. “Tutti noi, cittadini palaesi e semplici frequentatori del paese a vario titolo, ci stringiamo attorno a Franco, alla Sua famiglia, all’intera Amministrazione, manifestando vicinanza, solidarietà, incoraggiamento, protestando l’estraneità dell’autentico spirito della nostra Comunità all’indole vile e violenta di siffatti ‘sistemi’ minatorî. Abbiamo bisogno di pace e di riconciliazione. Facciamo attento uso delle parole, dei giudizi, delle azioni, distinguendo sempre ciò che appartiene al corretto dibattito civico democratico, da ciò che – invece – può alimentare sterili polemiche e, a lungo andare, reazioni animose e deleterie per la pacifica convivenza dell’intera Comunità”.

Pubblicato da il 3 Aprile 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.