,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Paolo Vitelli, presidente Azimut Benetti: “Elaborate progetti seri e credibili e presentateli al Pubblico”

Vitelli azimut“Voi siete l’ombelico del mondo, il porto più importante del Mediterraneo”. La frase, pronunciata da un parlamentare e, soprattutto, dal presidente di Azimut Benetti, tra i maggiori produttori di yacht mondiali, ha suscitato immediatamente l’attenzione di un bel gruppo di persone presenti all’Hotel Excelsior, nel pomeriggio sabato 4 ottobre, per un incontro sulla nautica, organizzato dai Riformatori maddalenini Luca Montella e Fabio Lai, quale primo incontro tematico con personalità di rilievo. La cantieristica di grande livello tuttavia è “irrealizzabile” a causa soprattutto del fatto che le industrie che forniscono le forniture necessarie non si trovino in Sardegna ma lontano, in Continente. E fu per questo, ha rivelato Paolo Vitelli, che rifiutò un invito, rivoltogli in tal senso, dal Ministero della Difesa e dalla Marina Militare, ai tempi in cui, prima del G8, di studiava la possibilità di fare dell’Arsenale una grande struttura per la costruzione di maxi yacht. A La Maddalena invece si potrebbero realizzare ed estendere le attività nautiche già in funzione ad Olbia, nei settori delle manutenzioni e delle riparazioni. E a chi gli ha chiesto in quale settore avrebbe potuto prendere in considerazione l’ipotesi di un investimento a La Maddalena, ha risposto, in quello dei servizi. La mattina, ma i presenti non lo potevano ancora sapere, in un incontro sullo stesso tema a Cagliari, aveva dichiarato di essere “molto interessato” ad investimenti sì, ma nel capoluogo (Clara Mulas su L’Unione del 5 ottobre). Al di là del fatto che Azimut Benetti non sembra interessato a La Maddalena, almeno per ora, rimane tuttavia l’importanza dell’incontro ed alcuni suggerimenti avanzati da Vitelli. Intanto quello di incrementare i servizi nautici, facendo però sistema con gli altri porti. “Bisogna portare il turismo dall’Estero, in particolare dal Nord Europa”, come “allungare la stagione turistica” per la quale l’arrivo dei nordici sarebbe funzionale. Importante sarebbe il rifacimento del fronte mare, più bello e con i necessari servizi, come importante sarebbe l’arrivo di navi da crociera. E a chi gli ha obbiettato che esiste il Decreto Clini che ne proibisce l’arrivo, Paolo Vitelli si è impegnato, come parlamentare, a sostenere una deroga al Decreto, purché ci siano le necessarie garanzie di sicurezza. Ha suggerito agli imprenditori di potenziare la flotta-noleggio e soprattutto di consorziarsi. “Elaborate progetti seri e credibili e presentateli al Pubblico” ha suggerito Paolo Vitelli, “ma soprattutto smettiamo di piangere e cominciamo a guardare positivamente, facendo organizzazione e sistema”. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 6 Ottobre 2014. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.