,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Provincia, venerdì la prima riunione della Commissione Speciale per il Riassetto del Territorio

Provincia, venerdì la prima riunione della Commissione Speciale per il Riassetto del Territorio

Venerdì 5 ottobre alle h.10.00 presso la sala consiliare della Provincia Olbia Tempio, in via Nanni 17 si svolgerà la prima seduta della Commissione Speciale per il Riassetto del Territorio costituita qualche giorno fa al fine di accompagnare l’Ente verso quella che sarà il miglior percorso in termini di riorganizzazione delle province in Sardegna dopo il referendum regionale abrogativo del  6 maggio scorso  e alla luce delle disposizioni dettate dalla L. 135/12 “Spending Review”. Alla riunione della Commissione presieduta dal Consigliere Provinciale Mario Mulas, insediatasi con l’obiettivo di affrontare congiuntamente con la Amministrazioni comunali e ai rappresentanti della istituzioni del territorio i temi legati al riordino territoriale sono stati  invitati: il Prefetto, i Sindaci della Provincia Olbia Tempio, i Parlamentari e i Consiglieri regionali eletti in Gallura, il presidente del Tribunale di Tempio, i vertici della Asl, dell’Autorità Portuale, i rappresentanti delle Associazioni di categoria del territorio, i dirigenti scolastici della provincia e i segretari delle organizzazioni sindacali. “Questa prima assemblea sarà occasione per confrontarci  congiuntamente con tutti i rappresentanti del territorio – spiega il Consigliere Mario Mulas –  subito dopo avvieremo una serie di incontri mirati con tutti i soggetti a vario titolo coinvolti ed interessati. Sono certo che la partecipazione sarà molto sentita e si giungerà in tempi brevi all’elaborazione di una proposta unitaria da inviare al Consiglio delle Autonomie che dovrà presentare a sua volta, al Consiglio regionale, un’ipotesi di riordino territoriale”.   (Martedì 2 ottobre 2012)

Pubblicato da il 3 Ottobre 2012. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.