,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Sa Die de Sa Sardigna

Sa Die de Sa Sardigna.

La Giunta regionale, di concerto con l’ottava Commissione Consiliare, e su proposta dell’assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Sergio Milia, ha approvato in via definitiva il programma di massima delle celebrazioni per “Sa Die de sa Sardigna”, la festa del popolo sardo, in programma dal 27 al 30 aprile. Previste una serie di iniziative commemorative, culturali e di spettacolo per dare rilievo e importanza all’identità della Sardegna per ricordare gli avvenimenti che culminarono il 28 aprile 1794 con la cacciata dei Piemontesi dalla capitale del Regno, Cagliari. “Dopo il doveroso omaggio all’Unità d’Italia – ha detto l’assessore Sergio Milia – è per noi un’importante occasione cercare di rilanciare, nei limiti del bilancio e del momento di grave crisi economica che stiamo attraversando, una manifestazione che, al di là di ogni intento celebrativo, ci ricorda il valore e la forza di essere un popolo distinto, ma non distante dagli altri popoli italiani. Il fatto che la Repubblica inoltre, ci riconosca questo status giuridico di popolo con legge costituzionale, ci inorgoglisce e allo stesso tempo ci rende consapevoli della responsabilità di ricordarlo ogni giorno a noi stessi nelle nostre attività di governo nell’interesse dei cittadini sardi”.(Venerdì 15 aprile 2011)

Pubblicato da il 15 Aprile 2011. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.