,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Santa Teresa Gallura. Beach steward per distanziamenti e sicurezza

(di Claudio Ronchi) – Spendere 90.000 euro per ingaggiare personale che ha il compito, nelle principali spiagge, di accogliere turisti e dare loro le giuste indicazioni per una serena vacanza, che metta al riparo dai rischi Covid 19, significa aver ben chiara la situazione attuale, dando nel contempo non solo quell’immagine ma anche quei contenuti di tranquillità che possano fare di Santa Teresa Gallura, come dice il vademecum dell’Ufficio Turistico, una “destinazione sicura”. Del resto questo è lo slogan lanciato dall’assessora Stefania Taras, mutuandolo da quello precedentemente elaborato, prima del coronavirus, di Santa Teresa “destinazione felice”. Allora, l’intento, era quello di allungare la stagione turistica … verso quelle “basse”, autunnali e primaverili; intento che rimane tuttora ma che, in situazioni di emergenza quale quella che si sta vivendo, significa “salvare” il più possibile la stagione vera e propria. I beach steward sono disseminati nelle due spiagge in paese e a Capo Testa, a Santa Reparata, Colomba, Valle dell’Erica, la Marmorata. Ce ne sono anche a Porto Pozzo, alla Baia di Ulisse e alla Sciumara come in altre spiagge.

Pubblicato da il 13 Luglio 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.