,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Santa Teresa Gallura. In arrivo azzeramento prima rata Tari (ma non per le utenze domestiche) e contributi a fondo perduto

(Redazione) – In arrivo per le imprese di Santa Teresa Gallura nuovi aiuti per rilanciarsi in questo momento di difficoltà legata alla pandemia da Covid-19. L’Amministrazione Comunale, nella seduta di Giunta di ieri, 22 luglio (nella foto l’assessora Tiziana Cirotto), ha messo in campo due interventi da 600 mila euro complessivi, per sostenere il tessuto economico locale. Si tratta dell’azzeramento della prima rata di pagamento della Tari (tassa sulla Nettezza Urbana) e un contributo a fondo perduto di 300 mila euro. Azzeramento Tari: Il primo intervento da 300 mila euro, proposto dalla Giunta, e che sarà portato al Consiglio Comunale per l’approvazione, è indirizzato a tutte le utenze e prevede la possibilità di azzerare il pagamento della rata di agosto della Tassa sui Rifiuti. Sono escluse dall’agevolazione solo le utenze domestiche, le attività economiche già beneficiarie del credito d’imposta Tari per il mantenimento dell’occupazione (che ha permesso già di dimezzare o abbattere anche del 70% la rata) e le medie e grandi strutture di vendita che non hanno sospeso le attività durante il periodo dell’emergenza legata all’epidemia.  Fondo perduto a imprese: Con un’altra delibera approvata dall’esecutivo guidato dal sindaco Stefano Pisciottu, vengono messi in campo ulteriori 300 mila euro di contributi a fondo perduto. Il sostegno sarà concesso sulla base di una graduatoria che verrà approvata a seguito della presentazione delle domande relative al bando che sarà pubblicato i prossimi giorni sul sito del Comune. L’intervento è stato messo in campo considerato il temporaneo ma prolungato stop di molte attività, dovuto all’emergenza, e che ha fatto crollare la domanda di molti beni e servizi compromettendo gravemente il sistema economico locale. La misura del contributo va da un minimo di 600 euro a un massimo di 1.200 sulla base del punteggio ottenuto sui criteri stabiliti dal bando. Queste due iniziative si aggiungono alle altre azioni volute dall’Amministrazione comunale che aveva già messo in campo 100 mila euro per i buoni spesa in favore della popolazione, in aggiunta ai 40 mila stanziati dal dipartimento di Protezione civile, il suolo pubblico dato gratuitamente per tutto il 2020 e l’esenzione Tari sul suolo pubblico.                                                                                                                      

Pubblicato da il 23 Luglio 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.