,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Santa Teresa Gallura. Taras: si prevedono il 45% di turisti in meno; difficilmente sarà abolita la tassa di soggiorno

(di Claudio Ronchi) – Rispondendo alla domanda di una compaesana, su facebook, sulla possibilità di sospendere per quest’estate, l’imposta di soggiorno, l’assessora al Turismo di Santa Teresa, Stefania Taras, ha affermato, intanto, che “è sicuro che quest’anno, in base alle proiezioni, se tutto ‘andrà bene’, perderemo il 45% dei turisti, non voglio nemmeno pensare cosa può succedere se dovesse andar male”. Pertanto, “se non facciamo pagare l’imposta di soggiorno ai turisti, saranno i nostri cittadini a dover pagare questi servizi, con le imposte. E credo che questo non sia corretto, visto anche la forte crisi economica che stiamo soffrendo”. D’altra parte, prosegue la Taras, “chi sceglie di venire in Sardegna dovrà sopportare costi di trasporto e disagi ben più importanti di € 1,50 al giorno, che serviranno per rendere la sua vacanza più tranquilla”. Ad ogni buon conto, aggiunge l’assessora, “non credo che l’appetibilità di una destinazione riguardi il pagamento o meno dell’imposta di soggiorno, che nella maggior parte dei comuni non è stata abolita. Credo che, invece, sia necessario attuare protocolli di sanificazione e sicurezza, per poter rassicurare il turista che vorrà venire, e che avranno dei costi”.  Comunque, ha precisato l’assessora Stefania Taras, essere questa la sua personale posizione. A livello di amministrazione comunale, “ancora non abbiamo preso nessuna decisione al riguardo”.

Pubblicato da il 28 Aprile 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.