,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Se è diminuito il tempo del lavoro stagionale diminuirà anche l’indennità di disoccupazione.

Se le attività galluresi operanti in campo turistico, tirando i bilanci di quest’estate (e della primavera) devono fare i conti con le contrazioni di presenze complessive dovute alla pandemia altrettanta ripercussione si avrà da qui a poco per le migliaia di persone che durante l’estate svolgono, da dipendenti, i più diversi lavori. Quest’estate infatti sono diminuiti i contratti stagionali in termini numerici ma anche in termini di tempo d’occupazione. Ne deriva che per i prossimi mesi autunnali e invernali diminuiranno in parte quegli ammortizzatori sociali che consentivano di passare più o meno indenni la brutta stagione ed arrivare fino a Pasqua. Stiamo parlando dell’indennità di disoccupazione alla quale si ha diritto in base ai mesi di lavoro effettuato secondo un rapporto dimezzato. Meno sono stati i mesi di lavoro stagionale meno sono i mesi di indennità e comunque la metà. Nel senso che chi ha avuto la possibilità di lavorare per sei mesi avrà diritto a tre mesi di indennità di disoccupazione, chi ha lavorato tre mesi ha diritto soltanto ad un mese mezzo e così via. È chiaro che questo avrà conseguenze sulla vita delle persone e delle famiglie, sul tessuto sociale ed economico.

Pubblicato da il 5 Ottobre 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.